#Serie B 2015/2016, Trapani Calcio 1905

Cosmi Trapani

A Trapani la nuova stagione è iniziata ben presto. Già dal 25 giugno, quando per prima cosa è stato confermato lo staff tecnico dell’annata appena conclusasi. Il giorno successivo ecco il rinnovo del difensore mancino Rizzuto, mentre appena quattro giorni dopo già è arrivato il primo acquisto: si tratta dell’attaccante Sparacello, classe ’95, cresciuto tra le fila del Torino.

Sempre a fine giugno il ds Faggiano ha rinnovato anche il contratto di Maurizio Ciaramitaro, che ha firmato per un anno con opzione per il secondo. Lo stesso centrocampista si è detto felice per l’accordo raggiunto, in quanto, come riferito sul sito della società, suo obiettivo è quello di concludere la carriera in terra siciliana. Ciaramitaro ha anche aggiunto che in questo modo potrà, per la prima volta da quando gioca a calcio, vestire la stessa maglia per tre stagioni consecutive.

Arrivato a stagione in corso al posto di Boscaglia, anche il mister Serse Cosmi ha confidato un suo tabù personale: quello di poter iniziare finalmente dal ritiro. Il subentro al Trapani è infatti solo una delle tante volte in cui l’allenatore perugino ha dovuto rimpiazzare scelte iniziali poco azzeccate, finendo per mettere a più riprese una pezza alle nefandezze altrui. Quest’anno, dopo aver condotto i siciliani alla salvezza, Cosmi è libero di dirigere il mercato a suo piacimento e di condurre la preparazione in base alle sue direttive.

Gli arrivi di Raffaello dalla Lupa Roma e di Montalto dal Martina Franca alludono ad un campionato di media classifica, frutto di una rosa fatta di giocatori provenienti da categorie inferiori che in B cercheranno il loro riscatto. Perché no, magari seguendo la scia di Mancosu e del suo approdo in A col Bologna.

A metà luglio l’ingaggio dal Benevento del difensore Gennaro Scognamiglio, classe ’87, sembra aver confermato questa tesi, anche se poi il successivo approdo in Sicilia del brasiliano Coronado dalla squadra maltese del Floriana ha un po’ messo in crisi il tutto, visto il prestigio di cui gode in patria il giovane trequartista venticinquenne.

Leave a Reply