theitalianjob

L’operazione “Dirty Soccer” ha portato alla luce partite truccate nelle serie minori per il solo fine delle scommesse sportive; il Parma Calcio ufficialmente fallisce. Nessuno, nella ricca città emiliana, si è dato da fare per poter salvare una società che per un quinquennio, negli anni novanta, fu fucina di grandi campioni che hanno dettato legge tra i confini nazionali e non. Intanto si scopre che il Catania ha cercato di alterare l’andamento di alcune partite per garantirsi la cadetteria facendo, così, scattare le manette per presidente, vice e direttore sportivo. Alcuni club hanno venduto quote azionarie a milionari asiatici riducendo al solo discorso economico, il fatto che abbiamo perso posizioni nel ranking uefa senza pensare che il problema è alla fonte.

Beh, che dire, non tira una buona aria nel calcio del “Bel Paese“. Non serviranno grandi acquisti per ottenere rispetto fuori dai confini nazionali. Un cambiamento di mentalità è necessario e doveroso. Lo meritano i milioni di tifosi in giro per lo stivale, che sono il vero motore dell’intero movimento.

Leave a Reply