Berardi ancora indigesto al Milan. Al Mapei Stadium vince il Sassuolo 3-2

1538574-32768718-640-480

Ancora lui, sempre lui. Quando vede il Diavolo non sbaglia mai. Stiamo parlando di Domenico Berardi che oggi, al Mapei Stadium, è stato autore di una tripletta che ha condannato il Milan alla sconfitta. I neroverdi di Di Francesco si sono imposti 3-2 contro l’11 rossonero di Filippo Inzaghi, firmando il 3 successo su 4 precedenti contro i milanesi.

Parte bene il Milan nella prima frazione con qualche spunto interessante di Honda ma sono i padroni di casa a passare grazie al solito Berardi che calcia da fuori cogliendo in “fallo” Diego Lopez che pasticcia (anche se dalle immagini la palla sembra non aver superato interamente la linea, ndr) ma il giudice di porta convalida, tra le proteste milaniste. Dopo lo svantaggio i rossoneri sono molto nervosi e a farne le spese è Bonaventura che viene ammonito. Alla mezz’ora un lancio di Missiroli buca la difesa del Diavolo e Berardi con un esterno sinistro fa doppietta. Neanche il tempo di festeggiare che Bonaventura firma un grande gol dopo uno slalom con un colpo di punta stile calcetto. La prima frazione si conclude cosi, tra le polemiche della panchina milanista per il primo gol.

Negli spogliatoi rimane l’evanescente Abate ed al suo posto dentro Suso il quale servirà il gol del pari ad Alex, che di testa insacca anticipando un maldestro Consigli. Il Milan dopo il pareggio continua a spingere ma al 57′ arriva l’episodio che cambia la partita: Sansone prova un cambio di campo a centrocampo e trova la mano (tuttavia involontaria) di Bonaventura; l’arbitro non ha dubbi e mostra il secondo giallo al centrocampista rossonero. La partita gira improvvisamente: prima Berardi si divora la tripletta da 2 passi (gran parata di piede di Diego Lopez), sul calcio d’angolo seguente lo stesso attaccante viene steso da De Jong (era rigore) ma l’arbitro lascia correre. Al 77′ arriva il vantaggio Sassuolo, cross di Floro Flores, tacco di Zaza e gol di Berardi che fa tris anticipando Bonera.

Nel finale si rivede El Shaarawy, molto nervoso ed ammonito mentre al 94′ c’è il rosso diretto anche per Suso, che rovina la sua buona partita.

Partita spettacolare rovinata però, in parte, dagli errori arbitrali, in primis il gol/non gol di Berardi per il vantaggio dei padroni di casa. Inzaghi comunque può ritenersi abbastanza soddisfatto vista la reazione dei suoi dopo il doppio svantaggio. Di Francesco invece, nonostante i 3 punti, imbufalito con i suoi attaccanti che hanno avuto più volte l’occasione per chiudere la partita senza farlo.

Leave a Reply