Real Madrid, Marcelo difende Ancelotti: “Si deve continuare con lui”

Marcelo Ancelotti

Già dalla vigilia, il cielo non era certo di quelli più sereni ma il fulmine arrivato al Bernabeu è di quelli tra i più bruschi: il Real Madrid di Carlo Ancelotti esce dalla Champions League, eliminata dalla Juventus di Massimiliano Allegri e dice addio ai sogni di alzare almeno un trofeo in questa stagione. E’ stato Alvaro Morata il principale colpevole della disfatta madridista, lo spagnolo cresciuto proprio nella cantera dei blancos, è lui il “traditore”, che ha regalato la soddisfazione di arrivare in finale di Champions League ai bianconeri e, allo stesso tempo, il dispiacere di essere eliminati dalla competizione europea più importante, proprio da un calciatore di proprietà del Madrid.

Al termine della partita, Marcelo, il terzino brasiliano di Ancelotti ci ha messo la faccia e ha voluto parlare della partita e difendere il proprio allenatore: “Non abbiamo giocato peggio della Juve, abbiamo avuto in mano la partita ma la palla non è voluta entrare. Pure sfortuna ma abbiamo combattuto, lasciando tutto sul campo. Il calcio è così, voglio ringraziare i tifosi che ci hanno spinto, sono stati grandi. Dal mio punto di vista, Carlo Ancelotti è un vincente e continuerà a sedere sulla nostra panchina. E’ un grandissimo allenatore.”

Intanto sono ore molto movimentate quelle che stanno trascorrendo a Madrid: la tifoseria è imbestialita, la dirigenza delusa e il mister, a questo punto, fortemente in bilico.

 

 

Leave a Reply