Bicchiere d'acqua

Analizzando a mente fredda questa tre giorni di coppe europee, ci vengono in mente troppe domande, dubbi.

Partiamo dalla Juventus di Max Allegri, che dire, i bianconeri hanno svolto bene il compitino,ecco, magari se dobbiamo trovare un neo e certo non è piccolo, è sicuramente il goal di Cristiano Ronaldo, rete che è arrivata proprio con la Juve in vantaggio. La davanti continuano a segnare, Morata fa valere alla grandissima la legge dell’ex di turno insaccando la rete appunto per il vantaggio bianconero, mentre l‘Apache fa il lavoro sporco per tutta la sua permanenza in campo, va a prendersi palla nella propria metà campo in praticamente tutte le azioni juventine, poi la sua classe, la sua intelligenza ed il grossolano errore dei Galacticos,timidi martedì sera, di salire in occasione di un calcio d’angolo a favore in 8,lasciando il povero Carvajal solo su Tevez,che non è per niente un cliente semplice, andare fino in porta per poi guadagnarsi il penalty che vale il 2-1 finale,ma non solo, vale la speranza di un popolo e non solo quello bianconero ma di tutta la nazione, giocare al Santiago Bernabeu non è proprio come bere un bicchier d’acqua, a proposito,io grazie appunto al risultato maturato allo Juventus Stadium vedo proprio questo bicchiere mezzo pieno,non riesco a capire se dentro ci sia un bel  Bicerin oppure si tratta di una bella e fresca Limonà. Entrambe le bibite citate vorrebbero essere bevute a Berlino ma nei luoghi di ristoro tedeschi ci sarà spazio solo per una delle due,tra meno di una settimana comunque sapremo.

Passiamo alla sorellina della Champions League . l‘Europa League, competizione che ci ha fatto sognare di vincerla concretamente quest’anno e attenzione possiamo ancora farlo. La Fiorentina ha rimediato 3 goal a Siviglia, segnandone zero, Al Franchi sarà difficilissimo segnare tre goal e non subirne per andare almeno ai supplementari,la palla è rotonda si sà, vedremo tra 7 giorni. Mati Fernandez e Mario Gomez da oggi forse non sono visti più molto bene a Firenze visto le monumentali occasioni che si sono divorati. La squadra andalusa ha dimostrato di non aver solo “Il Barbiere” ma anche un’esperienza internazionale che avrebbe comunque fatto la differenza.Ci sono due rigori netti non dati alla Viola,la storia sarebbe stata diversa. Poteva essere un bel Bicchiere di Chianti qui, ma purtroppo è mezzo vuoto.

Passiamo a Napoli,qui non parliamo di un bicchiere ma di una bella Pizza. Poco da dire sulla squadra di Benitez per 90 minuti ha dimostrato una NETTA superiorità sul campo, secondo il presidente De Laurentiis, ma che però è sfavorita dalla sestina arbitrale,sempre secondo il suo sfurione in sala conferenza. Il Dnipro pareggia al 79′, il momento perfetto per tagliare le gambe agli azzurri,che però hanno sottovalutato l’appuntamento alla grandissima,vedremo in Ubicchiere-mezzo-pieno-280x210craina se sarà ItalNapoli o EuroNapoli,comuque ora il bicchiere..oh perdon, il piatto è decisamente mezzo vuoto.

Leave a Reply