Juventus, col gol al Real Madrid Tevez supera il suo record di reti in Champions League: è a 7

Tevez

Minuto 58 di Juventus-Real Madrid, semifinale di Champions League, rigore per la Juve. Dal dischetto parte Carlitos Tevez, tiro quasi centrale, Casillas si tuffa, la palle è in rete. 2-1 e settimo gol nella massima competizione europea per il fenomeno argentino.

Sin qui è tutto semplice da raccontare, quello è il mestiere dell’attaccante, segnare. Specie se ti chiami Carlos Tevez. Sei cresciuto nelle giovanili del Boca Juniors e transitato a Manchester su entrambe le sponde, City e United, facendo sborsare per te ingaggi e cifre di un certo spessore. Hai vinto Libertadores, Champions e campionati vari.

Invece questa stagione europea era partita in maniera tutt’altro che semplice per l’argentino nativo di Ciudadela. Non contando il gol al Benfica, nella semifinale di Europa League dello scorso anno, erano ben 5 (cinque) anni che non timbrava il tabellino marcatori di Champions. Ormai la stampa e i media ripetevano, con una certa retorica, la cantilena del “Carlos Tevez non segna da 5 anni in champions”, “Tevez segna solo in campionato, in europa tremano le gambe”.

È bastato pochissimo per farli ricredere uno ad uno, appena una partita, la prima, 16 settembre, allo “Juventus Stadium” battesimo europeo della nuova juve targata Max Allegri. Di Fronte ci sono gli svedesi del Malmo. La partita non si sblocca, al 59′ delizioso assist di Asamoah, diagonale perfetto dell’Apache su cui nulla può Olsen. 1-0 e addio digiuno di reti in Coppa Campioni. Se qualcuno fosse ancora scettico,  al novantesimo arriva la doppietta. Strepitosa punizione a giro e palla ancora in fondo al sacco.

Da lì in poi Carlitos non si ferma, altro gol al Malmo, nel ritorno in Svezia e mattatore del Borussia Dortmund in entrambe le partite degli Ottavi. Firma il vantaggio nell’andata e si rivela devastante in Germania, mettendo a segno una doppietta al Westfalenstadion. L’ultimo gol ci rimanda a martedì scorso con il Real. Un totale di sette reti in questa edizione di Champions, con il ritorno di Madrid ancora da giocare e poi chissà cosa ci sarà. Il record di segnature intanto è già in cassaforte per l’argentino.

Leave a Reply