Totti: “Non sarò mai un problema per la Roma”

Totti

In un periodo come questo, critico e decisivo, per le sorti dell’intera stagione della Roma, Francesco Totti, capitano e bandiera giallorossa da ormai 23 anni, è tornato a parlare e far parlare di sé, in una stagione in cui, aldifuori del campo, del ‘Pupone’ se ne è sentito parlare pochissimo. A Totti non servono certo le parole per farsi sentire, basta pensare al selfie sotto la Curva Sud in occasione del derby con la Lazio, che rimarrà improntato nella storia del calcio. La vera forza di Francesco Totti è quella di ricominciare ogni stagione (e 23 son tante!) come se fosse la prima, con impegno e dedizione, non saltando mai un allenamento, guidando il gruppo e non tirandosi mai indietro. Questo è un capitano, questo è Totti, questa è la storia del calcio.

Comunque, ieri sera, il numero 10 giallorosso ci ha tenuto a indirizzare un messaggio chiaro e forte a tifosi e, indirettamente, anche alla società, parlando delle prossime 5 fondamentali uscite, che decreteranno chi tra Lazio e Roma sarà al secondo posto e, dunque, chi entrerà in Champions League dal portone principale e parlando anche del suo futuro, di cui tutti i tifosi romanisti sono tanto preoccupati. Queste le sue parole, attraverso il proprio sito ufficiale:

“In queste ultime giornate di campionato si deciderà il nostro piazzamento in classifica: dobbiamo cercare di arrivare all’obiettivo, ovvero il secondo posto che ci permetterà di accedere direttamente alla Champions League del prossimo anno e quindi nel calcio che conta a livello europeo. Ciascuno di noi, ognuno nell’ambito del suo ruolo, dovrà mettere da parte convinzioni ed opinioni sull’andamento della stagione sino a questo momento. Ora bisogna stare uniti se vogliamo centrare questo obiettivo: società, calciatori e tifosi, tutti insieme per il bene della Roma!Con il Genoa ci giochiamo sicuramente una parte consistente di questo risultato e sono sicuro che assieme ce la possiamo fare. I processi e le decisioni sul futuro rimandiamoli a giugno. Personalmente vi posso dire che giocare mi fa chiaramente piacere, però al momento valuto le cose al di là della mia presenza in partita: mi sento di dare un contributo tanto da dentro, quanto fuori dal campo”. Voglio chiarire una cosa: io non ho mai chiesto di cambiare il mio contratto. Proprietà, società ed io siamo sempre stati in sintonia su quest’argomento. E’ la mia passione che mi lega a questi colori. Non sono mai stato e mai sarò un problema per la Roma. Applaudirò dal campo, dalla panchina e dalla tribuna i calciatori che indossano ed indosseranno questa maglia. E di mio per questa squadra ho sempre desiderato e sognato il meglio. Il rispetto verso tutti è importante e non deve mai mancare. Ora più che mai…DAJE ROMA”.

Leave a Reply