“Italians Do It Better”

Bandiera Italiana

E’ una classica serata di metà Aprile,quando il Napoli di Rafa Benitez supera per 1-4 il fortissimo Wolfsburg,facendo un regalo molto gradito al tecnico spagnolo,dato che era il giorno del suo compleanno. E’ un’altra grande notte italiana in terra teutonica,certo,è solo l’andata dei quarti di finale di Europa League,ancora manca il ritorno,l’atto finale,il più importante, eppure sotto sotto abbiamo tifato tutti per gli “Azzurri” ieri sera. La prima vittoria in assoluto per il Napoli in Germania. Proprio lì,proprio alla Volkswagen-Arena,dove l’Inter fermò la sua corsa verso la coppa che garantisce l’accesso nella sorella più ambita,la Champions League.

Ma andiamo con ordine,il Napoli ha vinto,mentre la Fiorentina dello “scugnizzo” Montella pareggia per 1-1 in Ucraina contro la Dinamo Kiev.Fiorentina che non arrivava a questa partita al 100% della forma psicofisica,dopo un grandissimo momentonel mese di marzo e di inizio Aprile,poi il crollo,buttata fuori dalla coppa italia per opera della Juventus,unica squadra che ci rappresenta in Champions,e battuta nell’ultimo turno di campionato per 3-0 guarda caso proprio da quel Napoli che ha annichilito i tedeschi. Tornando al Napoli,ieri sera Higuain si è dimostrato ancora una volta di essere l’attaccante più forte che milita in serie a.(A mio parere anche il giocatore più forte e completo della massima serie.)Ha siglato una doppietta anche Hamsik,giocatore che con l’avvento del tecnico spagnolo ha avuto un netto calo.Dunque premia il fattore H (Higuaìn-Hamsik) alla formazione partenopea,dove segna e brilla anche la “riserva di lusso” per citare una frase celebre del film “Goal”,parliamo di Manolo Gabbiadini,aquistato dalla Sampdoria a Gennaio e utilizzato con il contagocce dal tecnico spagnolo. Tra una settimana mi ritroverò qui,proprio come sto facendo ora a scrivere ciò che sarà stato per il Napoli,anche se gli azzurri sono già a metà dell’opera,grazie alle 4 candeline sulla torta che rafa benitez sicuramente avrà spento.

La viola vista ieri sera allo stadio olimpico di Kiev è stata una squadra molto molto sfortunata che è riuscita ad acciuffare il pareggio,che,sposta l’ago della bilancia della qualificazione al 92° minuto,grazie alla magia di Babacar. Certo,5 giorni d’ inferno dopo le due sconfitte per 3-0 subite contro Juve e Napoli avevano destabilizzato l’ambiente viola,ma ieri sera abbiamo avuto conferma alle parole dell’areoplanino in conferenza stampa. La Fiorentina è molto forte,ma non sa ancora di esserlo,sicuramente questa esperienza in Europa League farà bene alla viola. Giovedì prossimo però,al Franchi non si può sbagliare se si vuole staccare il pass per le semifinali,che valgono soldi e gloria,non bisogna sbagliare per poter dire di aver eliminato la dinamo dopo aver accompagnato gentilmente all’uscita due super favorite per approdare alla finale polacca come la Roma e il Tottenham. Andare avanti in europa in modo tale da far cantare ancora una volta “la viola vola” alla fiesole.

Era invece una fredda e rigida serata invernale quella dello scorso 26 febbraio. Serata magica in cui la Roma in Olanda vinse il feyenoord,la Fiorentina al Franchi fece fare una bruttissima figura al Tottenham,il Torino con grandissimo cuore compie un impresa storica battendo alla “Nueva Catedral” o al “San Mames” come si voglia chiamare l’athletic bilbao,l’inter accese le luci a san siro grazie ad una magia di Guarìn che costrinse il celtic alla resa,mentre il Napoli eliminò il Trabzonspor. Una notte d’inverno che ci ha visto primeggiare in Europa League portando ben 5 squadre agli ottavi di finale. Dobbiamo risalire la china,doppiamo prendere a muso duro il Ranking che ci vede sguazzare non in ottime acque oramai da tempo,ma abbiamo 3 squadre impegnate in europa,3 squadre che hanno la semifinale molto vicina,siamo i migliori in tutto,figuriamoci nel calcio,torniamo a far esclamare al mondo… “Italians Do It Better”

 

Leave a Reply