Europa League, Benitez: “Napoli spettacolare”. E sul futuro: “Dipende dalle ambizioni del presidente”

Benitez raggiante dopo il 4-1 del suo Napoli al Wolfsburg. E nel post gara apre ad una permanenza in azzurro

E’ un Benitez raggiante quello che si presenta ai microfoni di Mediaset Premium dopo il 4-1 del suo Napoli al Wolfsbug nella gara di andata dei quarti di Europa League alla Wolkswagen Arena. “Abbiamo fatto una partita spettacolare, sono tutti bravi ragazzi con qualità e oggi lo hanno dimostrato” ma lo spagnolo, che ha festeggiato così le sue prime 55 candeline, non dimentica il campionato “Avevamo fatto una grande partita contro Roma e Lazio, poi con la Fiorentina giocando peggio ne abbiamo fatti tre. Oggi i ragazzi hanno dimostrato voglia e unione tra di loro e questo può fare la differenza“. Immancabile, ovviamente, una domanda sul suo futuro, che molti danno lontano dal Napoli: “Ancora non ho deciso, né in un senso e né nell’altro. I tifosi sanno che sono contento, lavoriamo tantissimo, ma sono cose che dobbiamo analizzare tranquillamente. E’ tutto ancora aperto, qui abbiamo la possibilità di migliorare ancora con tutto lo staff. Non è difficile per me lavorare con loro. De Laurentiis ha fatto cose spettacolari in questi anni, l’anno scorso è stato fatto un passo avanti importanti sull’internazionalizzazione, io sono aperto a sentire e vedere cosa vogliamo fare in futuro. In questi giorni, se hanno ancora voglia di parlare, voglio capire il progetto del business plan, del centro sportivo, delle giovanili e programmare. Abbiamo il vantaggio di avere uno staff con uno come Pecchia che mi fa capire tante cose del calcio italiano ed un ds onesto come ce ne se pochi, come Bigon. Sono contento con loro“. Apertura di Benitez a De Laurentis? Forse sì, vedremo come andrà a finire, ma l’allenatore madrileno poi si sofferma sul momento fino a ieri pomeriggio non eccezionale della squadra: “Mi spiace sentire la gente parlare di giocatori indisciplinati e poco professionali. Ma ora noi dobbiamo guardare avanti. E’ vero, facciamo degli errori, ma oggi abbiamo fatto una prestazione contro una squadra difficile e i ragazzi hanno meritato tutto“.

Calma l’ambiente invece Marek Hamsik, il capitano del Napoli, che ricorda come “non è ancora finita. Si giocheranno altri 90 minuti“, ma poi ammette “ma abbiamo fatto un grosso passo verso la semifinale“. Al Wolfsburg, infatti, al San Paolo, giovedì prossimo, servirà una prestazione perfetta con quattro gol in più dei partenopei. Roba da fantascienza con questo Napoli. “Tutta la squadra ha disputato una grande gara” ha proseguito lo slovacco “non ci aspettavamo un risultato così. Forse potevamo fare ancor di più, ma siamo contentissimi. E’ un peccato aver subito quel gol finale, ma l’importante è aver vinto“. E sulla doppietta? “Sono felice delle mie prestazioni, dobbiamo andare avanti così”.

La prende con filosofia invece il tecnico del Wolfsburg, Dieter Hecking, apparso impotente di fronte alla serata di grazia degli azzurri: “Voglio fare i complimenti al Napoli, hanno fatto la loro migliore partita dell’ultimo periodo, anche col nostro aiuto. L’inizio non è stato così negativo, ma poi dopo il gol è mancata l’intelligenza tattica perché per ribaltarla, come con l’Inter, ci siamo scoperti, ma il Napoli è di tutto un altro livello. Bisogna riconoscere la superiorità dell’avversario, non abbiamo perso spesso quest’anno ma a volte una sconfitta può far bene per crescere in questo finale di stagione“. E sul ritorno? “Rimontare sarebbe un miracolo, ma dovremo almeno fare un’altra prestazione al San Paolo”.

Leave a Reply