Napoli, Benitez in vista del Wolfsburg: “Dobbiamo trovare cattiveria”. Le probabili formazioni

Benitez e Insigne nella conferenza stampa di vigilia dell'andata dei quarti di finale tra Wolfsburg e Napoli

E’ tutto pronto. Stasera, ore 21.05, alla Volkswagen Arena andrà in scena l’andata dei quarti di finale di Europa League tra Wolfsburg e Napoli. I partenopei saranno dunque nella tana dei lupi verdi di Germania alla ricerca di un risultato importante per mettere già al sicuro la qualificazione dopo il primo round. I tedeschi, però, ovviamente, venderanno cara la pelle, forti della loro stagione sontuosa e di una condizione psicofisica invidiabile. La squadra di Hecking infatti, oltre ad essere tra le candidate principali alla conquista della finale di Varsavia, è attualmente la seconda forza della Bundesliga e quest’anno ha dimostrato di poter battere club forti e titolati come l’Inter e, soprattutto, come il Bayern Monaco. Questo Benitez lo sa e cercherà in tutti i modi di mettere a tacere le bocche di fuoco della squadra teutonica, organizzando una difesa impeccabile soprattutto su Schurrle e De Bruyne, i due maggiori talenti del Wolfsburg. Tedeschi che, però, dal canto loro avranno un bel da farsi per occuparsi di Higuain, Hamsik e Callejon, con lo spagnolo finalmente tornato al gol dopo mesi di astinenza.

Nella consueta conferenza stampa della vigilia, Rafa Benitez ha parlato di un Napoli a cui finora, forse, è “mancata la cattiveria, perché la squadra è disciplinata sotto tutti i punti di vista, ma forse è troppo buona“. Questa l’analisi del tecnico per spiegare la stagione non eccezionale degli azzurri, che comunque vede la squadra partenopea ancora in lizza per un posto in Champions League in campionato, ai quarti di finale di Europa League ed eliminata solo in extremis dalla Lazio in semifinale di Coppa Italia. “Il Wolfsburg è fortissimo, qualcuno dei giocatori che ha in rosa poteva essere titolare da noi. Perisic, Schurrle, Luiz Gustavo li avevo segnalati alla società, non abbiamo potuto prenderli. Ma la squadra sta bene. E’ una gara importante, siamo ai quarti d’Europa League ed è positivo, ma loro sono fortissimi ed in casa hanno sempre fatto bene. Proveremo ad andare avanti e vediamo dove arriviamo“.

Al suo fianco Lorenzo Insigne, che però dovrebbe partire dalla panchina. La prima domanda è sul suo rientro dopo il lungo infortunio: “Anche dopo l’infortunio sono stato vicino alla squadra, non penso che i giorni siano stati difficili ed abbiamo raccolto tante cose positive e siamo rimasti uniti lavorando per dare il massimo“. Poi sul match: “E’ una partita importante e servirà il massimo da tutti. In campo internazionale le gare sono difficili, dobbiamo stare concentrati fino alla fine e fare bene tutti insieme“. Per questo si è andati in ritiro? “Abbiamo accettato la decisione del presidente tranquillamente perché siamo professionisti e quello che ci dice noi facciamo, pensando solo a giocare per arrivare in alto. La vittoria con la Fiorentina ci dà maggiori stimoli per fare una grande gara“.

Il Wolfsburg, favorita numero 1 alla vittoria di questa Europa League dai bookmakers, ha finora messo a segno 21 gol, subendone 12. Numeri che dimostrano come la squadra di Hecking sia temibile in attacco ma perforabile in difesa (compagine dunque perfetta per il gioco del Napoli). Il tecnico dei lupi non ha ancora sciolto il ballottaggio tra Schurrle e Perisic per il ruolo di trequartista, insieme a De Bruyne e Caligiuri, nel 4-2-3-1 della formazione in verde. Dost sarà il terminale offensivo, mentre Naldo e Knoche formeranno la coppia centrale di difesa.

Il Napoli però contende lo scettro proprio al Wolfsburg di squadra da battere lungo il cammino che porta a Varsavia. La vincitrice di questo match, dunque, insieme al Siviglia, è forse considerata la squadra più importante del lotto dei club rimasti a contendersi l’Europa League. Gli azzurri in Europa hanno finora fatto un cammino quasi perfetto, con 19 reti segnate e solo 5 subite. Soprattutto quest’ultimo dato fa intendere come Benitez e i suoi si trasformino quando scendono in campo in competizioni europee. Il tecnico spagnolo, che oggi festeggia le sue prime 55 candeline, spera in un regalo da sogno dai suoi calciatori, ma i dubbi di formazione per l’allenatore di Madrid sono ancora tanti. A partire dalla difesa, dove Britos contende il posto da titolare a Koulibaly, un po’ sceso nelle gerarchie di Benitez dopo l’ottimo inizio di stagione. Ghoulam dovrebbe essere il terzino sinistro, mentre in mediana spazio a Inler e uno tra Gargano e David Lopez. Dietro Higuain, Callejon e Hamsik sono quasi certi del posto, mentre Gabbiadini, Mertens e De Guzman (con quest’ultimo favorito) si contendono l’ultimo posto libero sulla trequarti.

Le probabili formazioni:

Wolfsburg (4-2-3-1): Benaglio; Vieirinha, Naldo, Knoche, Rodríguez; Luiz Gustavo, Guilavogui; Caliguiri, De Bruyne, Schurrle; Dost. All. Hecking

Napoli (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Inler, Gargano; Callejon, Hamšík, De Guzman; Higuaín. All. Benitez

ARBITRO: Antonio Mateu Lahoz (Spagna)

Leave a Reply