Verona-Inter, sfida tra i bomber Toni e Icardi. Le probabili formazioni

Super Toni, doppietta, annienta il Napoli e regala una quasi certa salvezza al Verona

È già stata etichettata come sfida tra attaccanti senza età quella tra Luca Toni e Mauro Icardi, col primo (37 anni) che viene da una doppietta super contro il Cesena. Il secondo (22) rientra dopo il turno di squalifica per somma di ammonizioni, pronto a riprendersi l’Inter. A dividerli 15 anni, ad accomunarli i 15 gol in campionato, che permettono ad entrambi di puntare il capocannoniere Tevez, che è a quota 17. Toni all’andata siglò il gol del momentaneo 0-1, ma si vide respingere un rigore da Handanovic, dopo la doppietta di Icardi e l’espulsione di Medel.

Entrambe le formazioni vengono da un pareggio casalingo con rimonta subita: gli scaligeri conducevano 3-0 contro il Cesena, prima di staccare la spina e venire ripresi dai romagnoli, mentre il Parma ha trovato il pari con Lila contro i nerazzurri, dopo il vantaggio di Guarin. Il Verona di Mandorlini, a quota 33 punti, si augura di fare un altro sgarbo all’Inter: se all’andata Nico Lopez, col suo gol del 2-2 nel finale, fu il giustiziere di Mazzarri, oggi il tecnico auspica a trovare una vittoria contro la sua ex squadra, cosa che non gli è mai successa. L’allenatore si affida di nuovo al portiere Benussi, con Sala adattato terzino destro, Pisano sull’out di sinistra (favorito su Brivio) e la coppia Marquez-Moras come centrali, anche se Guillerme Rodríguez potrebbe convincere Mandorlini a privarsi di Marquez. I tre di centrocampo saranno Obbadi (in ballottaggio con Martic, in questo caso Sala salirebbe sulla linea dei centrocampisti), Tachtsidis e Halfredsson, con Juanito Gomez e Jankovic larghi e Toni centravanti.

L’Inter di Mancini invece è a 38 punti e ha il bisogno disperato di tornare a vincere. Non tanto per la classifica, ma più che altro per l’autostima, ormai profondamente lesa dai deludenti risultati della stagione. Il tecnico jesino (che in conferenza stampa ha parlato della posizione di Kovacic, sostenendo che giocherà dove deciderà lui stesso) cambierà probabilmente qualcosa. Davanti ad Handanovic giocheranno Santon, Ranocchia, Vidic o Felipe e Juan Jesus. A centrocampo Hernanes ha scavalcato Guarin, e giocherà interno di destra con Medel centrale e Brozovic mezzo sinistro. Shaqiri tra le linee supporterà Palacio e Icardi.

L’appuntamento è dunque per stasera, al Bentegodi, ore 20:45, per il calcio d’inizio, per la sfida senza età, che sa tanto (anche) di ultima spiaggia per un’Inter alla ricerca di se stessa. 

Le probabili formazioni:

Verona (4-3-3): Benussi; Sala, Marquez, Moras, Pisano; Obbadi, Tachtsidis, Halfredsson; Juanito Gomez, Toni, Jankovic. All. Mandorlini

Inter (4-3-1-2): Handanovic; Santon, Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Hernanes, Medel, Brozovic; Shaqiri; Palacio, Icardi. All. Mancini

Leave a Reply